ico terraico mareico ariaico facebookico twitterico instagram
ico instagramico twitterico facebookico ariaico mareico terra
ico terraico mareico ariaico cercaico facebookico twitterico instagram
logo
logo
logo

Roma, 30 agosto - “L’incontro è stato positivo perchè centrato sulla necessità di azioni condivise e di un confronto serrato sui tanti temi che riguarderanno i trasporti a partire già da settembre”. È quanto dichiarano i segretari generali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti Stefano Malorgio, Salvatore Pellecchia e Claudio Tarlazzi a seguito dell’incontro odierno con il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini.

“Sul piano della sicurezza dei lavoratori - riferiscono i tre segretari generali - il ministro si è impegnato con le organizzazioni sindacali ad aggiornare a breve il Protocollo di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel settore del trasporto e della logistica, condiviso con le associazioni di categoria ed i sindacati. Inoltre ha raccolto la richiesta di un tavolo specifico, che coinvolga anche gli altri ministeri competenti, focalizzato sulla sicurezza del personale del trasporto e per contrastare eventuali rischi di aggressione connessi al controllo sui mezzi”.

Per quanto riguarda le linee guida del Governo per il contrasto al Covid-19 nel settore dei trasporti: “abbiamo ribadito la nostra contrarietà all’utilizzo degli autisti per i controlli a bordo ribadendo la necessità di avere personale specifico in particolare a terra. Abbiamo chiesto di puntare maggiormente sulla figura dei mobility manager, previsti per le aziende con più di 100 dipendenti e i centri abitati con più di 50 mila abitanti e che hanno il compito di analizzare la domanda di trasporto e possono conseguentemente regolarne il flusso disponendo un servizio ottimale. Proprio su questi fattori è stato convenuto un aggiornamento dell’incontro il prossimo 20 settembre per confrontarci sull’efficacia dei sistemi di organizzazione e controllo che le Regioni avranno introdotto e che saranno contenuti nei piani da presentare al Mims, entro il 2 settembre evidenziando in quella sede eventuali elementi di criticità”.

“La riunione - concludono Malorgio, Pellecchia e Tarlazzi - è servita anche per avviare il confronto sulle politiche dei trasporti e della logistica a partire dalla riforma del trasporto pubblico locale su cui il governo sarà impegnato nel corso dell’anno partendo dal lavoro svolto dalla Commissione ad hoc istituita presso il Ministero e presieduta da Bernardo Mattarella”.