ico terraico mareico ariaico facebookico twitterico instagram
ico instagramico twitterico facebookico ariaico mareico terra
ico terraico mareico ariaico cercaico facebookico twitterico instagram
logo
logo
logo

Roma 15 gennaio - “Gli investimenti in infrastrutture devono essere accompagnati da una seria politica industriale, affrontando nel settore dei trasporti alcune criticità quali la frammentazione delle imprese e l’assenza di player nazionali”. Ad affermarlo il segretario generale della Filt Cgil Stefano Malorgio, intervenendo in video conferenza, ad un’iniziativa sui trasporti organizzata dalla Cgil siciliana, aggiungendo che “il tema delle infrastrutture va legato all’applicazione dei contratti nazionali, definendo un sistema di regole che metta assieme l’utilizzo dell’infrastruttura pubblica al rispetto del ccnl”.

“Il rischio attuale che corriamo - ha proseguito il dirigente nazionale della Filt Cgil - è quello di avere, anche nelle scelte da fare nei trasporti, un paese indebolito nell’interlocuzione con l’Europa e nell’affrontare le crisi aziendali. Si pensi alle osservazioni della commissione europea sulla newco Alitalia Ita che rischiano di compromettere l’operazione ed alla discussione sul sistema portuale e la tassazione ai porti italiani. In un anno decisivo come il 2021 per uscire dalla più grande crisi mai vissuta nei trasporti, la politica - ha concluso Malorgio - sembra andare nella direzione opposta alla necessità di un governo autorevole e stabile”.