news

TNT: Sindacati, mediamente alte adesioni sciopero. Ora ritiro licenziamenti

tnt

Roma 20 luglio – “Sono mediamente del 60% le adesioni allo sciopero nazionale degli addetti del corriere espresso TNT con punte del 100% in alcune filiali che sono rimaste chiuse”. A riferirlo sono unitariamente le Federazioni dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil che hanno proclamato la protesta contro i 239 licenziamenti presentati dall’azienda.
“L’adesione allo sciopero – commentano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – è più che soddisfacente anche considerando il periodo estivo di ferie e le pressioni esercitate dall’azienda per dissuadere i lavoratori ad aderire. Ribadiamo – sottolineano infine le tre organizzazioni sindacali – il ritiro della procedura di licenziamento e l’avvio di un confronto anche considerando il piano di ristrutturazione in atto e l’assenza di un piano industriale anche in vista dell’acquisizione da parte del corriere americano Fedex”.

TNT: Sindacati, domani sciopero, azienda ostacola adesione
Roma 19 luglio – “Alcuni lavoratori e lavoratrici stanno subendo gravi atti di intimidazione dalla TNT per dissuaderli dalla partecipazione allo sciopero contro i 239 licenziamenti”. Lo denunciano unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti in merito allo sciopero proclamato per l’intera giornata di domani nell’azienda che fa attività di corriere espresso e spedizione, esprimendo “un netta condanna di tali comportamenti aziendali e diffidando la TNT ad operare ulteriori iniziative che si pongono fuori dal dettato costituzionale e in palese contrasto con le leggi vigenti”. Secondo le tre organizzazioni sindacali “la libertà di sciopero è ancora un diritto garantito dalla costituzione ed è esclusiva volontà di ogni lavoratore poter esercitare tale diritto”.
“Lo sciopero è stato indetto – ricordano Filt, Fit e Uilt – in quanto TNT, in una fase di ristrutturazione, intende licenziare 239 persone, rifiutando di ritirare la procedura e di avviare un serrato confronto con le rappresentanze dei lavoratori. La protesta – spiegano infine le tre sigle sindacali dei trasporti – assume un significato ancor più importante anche per evitare conseguenze maggiori sotto il profilo occupazionale che potrebbero verificarsi una volta completato l’iter per l’acquisizione da parte del corriere internazionale Fedex”.