news

Sciopero: Sindacati, confermato 21 maggio stop di 24 ore nel trasporto aereo

WhatsApp Image 2019-03-28 at 11.12.44

Roma 15 maggio – “Lo sciopero nazionale del trasporto aereo di 24 ore per il giorno 21 maggio è più che mai confermato!” Lo riferiscono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, che oggi hanno riunito l’attivo di tutti i delegati del settore e di Alitalia, ricordando che “lo sciopero delle sigle maggiormente rappresentative del settore coinvolgerà piloti e assistenti di volo di Alitalia, Blue Air e Blu Panorama, tecnici della manutenzione e personale di terra delle compagnie aeree, gli addetti all’Handling, al Catering e delle gestioni aeroportuali. Sono esclusi i dipendenti Enav.”.
“Come dimostra la grande presenza di oggi all’attivo unitario dei lavoratori del trasporto aereo, terra, piloti e assistenti di volo, – proseguono i Sindacati – lo sciopero non solo è confermato, ma è fortemente voluto dai lavoratori per la grave situazione in cui riversa in Italia questo settore, nonostante il numero dei passeggeri sia in forte crescita, per il rinnovo del CCNL di settore, per una legislazione di sostegno che lo renda riferimento minimo normativo e retributivo per tutti i lavoratori del trasporto aereo in Italia, per il finanziamento strutturale del Fondo di solidarietà del Trasporto Aereo, per dare un futuro certo ai lavoratori di Alitalia”.

Sciopero: Sindacati, 21 maggio stop di 24 ore nel trasporto aereo
Roma 30 aprile – “Martedì 21 maggio 24 ore di sciopero nazionale nel trasporto aereo”. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo, spiegando che “la situazione del settore, strategico per il Paese, continua a vivere una fase di accentuata dicotomia: da un lato una costante crescita di passeggeri e di voli e dall’altro un proliferare di situazioni fallimentari”.
“Alla base dello sciopero, il secondo dopo quello di 4 ore dello scorso 25 marzo – spiegano unitariamente le quattro organizzazioni sindacali – la situazione Alitalia, arrivata alla fase conclusiva della procedura di amministrazione straordinaria senza che nulla lasci presagire, al di là delle dichiarazioni d’intenti, una chiusura senza impatto sul lavoro, in termini di esuberi e tagli al costo del lavoro. Inoltre c’è la questione del Fondo di solidarietà del settore, che ha permesso di gestire le crisi passate e che deve servire per accompagnare quelle in atto, che viene ridotto dal provvedimento del Governo sulle pensioni, nel tempo e nella quantità economica. Manca anche una concreta legislazione nazionale per il sostegno del settore, che contrasti il dumping contrattuale e che preveda l’applicazione del contratto di settore e di regole chiare, a salvaguardia dell’occupazione e dei salari”.
“Lo sciopero – ricordano infine Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo -coinvolgerà, ad eccezione dei controllori di volo, tutti gli addetti del settore, piloti e assistenti di volo, tecnici della manutenzione e personale di terra delle compagnie aeree, gli addetti all’Handling, al Catering e delle gestioni aeroportuali”.