news

Lavoro: Assemblea Generale Filt Cgil del 14 e 15-03

ag

16 marzo 2017. Si è svolta a Roma, nelle giornate del 14 e 15 marzo, l’Assemblea Generale della Filt Cgil. L’assemblea, si inserisce all’interno della campagna elettorale #Con2Sì per i referendum popolari sul lavoro. I lavori dell’assemblea sono stati introdotti dalla relazione del segretario generale della Filt Alessandro Rocchi.
Ha concluso i lavori il segretario confederale della Cgil Vincenzo Colla.

L’Assemblea Generale ha eletto Cristina Settimelli e Michele De Rose nuovi componenti della segreteria nazionale. Hanno votato 137 membri dell’Assemblea su un totale di 177 aventi diritto e 132 sono stati i voti a favore, 4 contrari ed 1 astenuto.
Cristina Settimelli proviene dalla segreteria della Filctem che ha lasciato per scadenza di mandato. Dopo un’iniziale esperienza nella Fiom, il suo percorso sindacale è avvenuto a lungo nella Filtea (ex categoria dei tessili), per la quale ha ricoperto gli incarichi di Segretario Generale di Firenze, componente della Segreteria regionale della Toscana e successivamente della segreteria nazionale, fino all’unificazione nella Filctem.
Michele De Rose ricopre attualmente la carica di Segretario Generale della Filt Emila Romagna. Ha avuto precedenti esperienze nella segreteria della Filt Emilia Romagna, nella Funzione Pubblica e nella CdLT di Piacenza, nell’apparato della Filt nazionale e in quello della Filt Milano e Lombardia.
I due nuovi segretari vanno ad integrare la segreteria Filt oggi composta anche da Alessandro Rocchi (segretario generale), Antonio Corradi, Giulia Guida, Tatiana Fazi e Antonino Cortorillo.

Ordini del giorno approvati dall’Assemblea Generale:
1) Campagna elettorale referendum e “Carta dei Diritti Universali del Lavoro”;
2) Lavoratori marittimi e manifestazione nazionale del 17 marzo 2017;
3) Crisi Gruppo Artoni;
4) Coordinamento dell’iniziativa sindacale nel settore del trasporto merci e della logistica;
5) Gruppo FSI.

Galleria fotografica

Articolo di Rassegna Sindacale sulla relazione di Alessandro Rocchi

Filt Cgil: Michele De Rose e Cristina Settimelli eletti nella segreteria nazionale
Roma, 15 marzo – L’Assemblea Generale della Filt Cgil ha eletto Cristina Settimelli e Michele De Rose nuovi componenti della segreteria nazionale. Hanno votato 137 membri dell’Assemblea su un totale di 177 aventi diritto e 132 sono stati i voti a favore, 4 contrari ed 1 astenuto.
Cristina Settimelli proviene dalla segreteria della Filctem che ha lasciato per scadenza di mandato. Dopo un’iniziale esperienza nella Fiom, il suo percorso sindacale è avvenuto a lungo nella Filtea (ex categoria dei tessili), per la quale ha ricoperto gli incarichi di Segretario Generale di Firenze, componente della Segreteria regionale della Toscana e successivamente della segreteria nazionale, fino all’unificazione nella Filctem.
Michele De Rose ricopre attualmente la carica di Segretario Generale della Filt Emila Romagna. Ha avuto precedenti esperienze nella segreteria della Filt Emilia Romagna, nella Funzione Pubblica e nella CdLT di Piacenza, nell’apparato della Filt nazionale e in quello della Filt Milano e Lombardia.
I due nuovi segretari vanno ad integrare la segreteria Filt oggi composta anche da Alessandro Rocchi (segretario generale), Antonio Corradi, Giulia Guida, Tatiana Fazi e Antonino Cortorillo.

Referendum: Colla (Cgil), no a tatticismi del Governo su voucher e appalti
Roma 15 marzo – “Se il Governo formula dei decreti che danno una risposta ai quesiti refendari su voucher e sugli appalti dobbiamo dire che va bene”. È quanto ha affermato il segretario confederale della Cgil Vincenzo Colla nelle conclusioni all’Assemblea Generale della Filt Cgil aggiungendo che “se invece il Governo metterà in campo solo tatticismi dobbiamo essere convinti che il 28 maggio è una meta di riferimento ed una grande opportunità dove la gente andrà ad affermare che sui temi del lavoro le cose non vanno bene”.
“Ora – ha aggiunto Colla – ci aspetta la manifestazione nazionale dell’8 aprile, contemporaneamente concentriamoci sulla campagna elettorale e guardiamo cosa ci consegna il Governo. Se riconquistiamo il diritto del lavoro – ha infine detto Colla – la Cgil può affermare di aver fatto un’operazione politica stupenda, rimettendo il lavoro al centro della discussione nel paese”.

Referendum: Filt Cgil, no a manovre politico parlamentari per indebolire quesiti
Roma 14 marzo – “Non sembrano ancora esistere davvero le condizioni per interventi legislativi che, per contenuti e tempi di entrata in vigore, possano fare venire meno i due referendum”. È quanto afferma il segretario generale della Filt Cgil Alessandro Rocchi, in occasione dell’Assemblea Generale della Federazione sui quesiti referendari della Cgil su voucher e appalti, sottolineando che “non possono essere usati per manovre politico parlamentari dilatorie, confuse, fuorvianti e strumentali che girano intorno al merito, senza affrontarlo”.
“Ora – ha aggiunto il segretario generale della Filt – prosegue e si deve sviluppare una campagna elettorale capillare che deve raggiungere più profondamente possibile la cittadinanza, informare sulle ragioni dei referendum e convincere sull’utilità del voto”.
Secondo Rocchi infine “i due referendum e la Carta dei diritti rappresentano una prospettiva di ridisegno di tutele e diritti”

Lavoro: 14 e 15-03 a Roma Assemblea Generale Filt Cgil. Conclude Colla
Roma, 10 marzo – Martedì 14 e Mercoledì 15 marzo, si tiene a Roma, presso EurostarsRomaÆterna (via Casilina, 125), a partire dalle 10.30, l’Assemblea Generale della Filt Cgil. L’assemblea, si inserisce all’interno della campagna elettorale #Con2Sì per i referendum popolari sul lavoro. I lavori dell’assemblea saranno introdotti dal segretario generale della Filt Alessandro Rocchi. Concluderà i lavori il segretario confederale della Cgil Vincenzo Colla.