news

Incidente lavoro A14: Filt, attuare decreto su sicurezza lavoro in presenza di traffico

A14_Bologna_B.go_Panigale

Roma 6 agosto – “Necessario assicurare da parte dei soggetti gestori della viabilità stradale e autostradale, pubblica e privata, la piena applicazione dei contenuti del decreto che disciplina le attività che si svolgono in presenza di traffico veicolare, con particolare riferimento alle fasi di apposizione e rimozione della cantieristica stradale, per garantire il lavoro in sicurezza dei dipendenti delle concessionarie, dei lavoratori che operano in regime di appalto e la viabilità stradale e autostradale”. Lo afferma la Filt Cgil, sottolineando che “negli ultimi giorni abbiamo assistito sulle nostre strade ad un’inarrestabile catena di drammatici infortuni sul lavoro, con l’ultimo caso registrato sull’A14 Bologna Taranto, nei pressi di Borgo Panigale, dove due dipendenti di una ditta che lavora in appalto per Autostrade per l’Italia, sono deceduti travolti da un mezzo pesante, mentre allestivano un cantiere”.
“I Ministeri del Lavoro e dei Trasporti – chiede la Federazione dei Trasporti della Cgil – devono dare piena attuazione agli impegni assunti congiuntamente, sollecitando, in particolare, la definizione delle linee guida applicative del decreto, intervenendo anche sui criteri da adottare ai fini della qualificazione delle imprese, e l’attivazione della prevista sede di confronto finalizzata all’adozione di un efficace sistema di rilevamento dei dati informativi e statistici sugli infortuni che si verificano in presenza di traffico”.
“Necessario – prosegue la Filt – anche l’avvio di un confronto, che veda il coinvolgimento delle parti istituzionali e sociali, in materia di autotrasporto, per l’esame della normativa in vigore nel settore, dei problemi connessi al rispetto dei tempi di guida e di riposo da parte degli autisti e del loro impatto, anche in termini di sicurezza stradale e di prevenzione. Infine è necessario – sottolinea infine la Filt – un intervento di carattere programmatico, da attuarsi anche attraverso l’emanazione di apposite linee guida, al fine di uniformare e coordinare i comportamenti dei diversi soggetti che operano e intervengono sulla strada, interessando quindi anche gli operatori adibiti al controllo della circolazione stradale e al soccorso stradale e gli addetti ai controlli ed alla vigilanza”.