news

AUTOSTRADE: Sindacati, 13 e 15/5 nuovo sciopero addetti A24 a A25

20160513_094208

Roma 12 maggio – Nuovo sciopero del personale delle autostrade A24 (Roma – L’Aquila – Teramo) e A25 (Torano – Pescara), Strada dei Parchi, venerdì 13 e domenica 15 maggio. A proclamarlo unitariamente, dopo quelli dello scorso 6 e 8 maggio, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl AT e Sla Cisal, a seguito “delle esternalizzazioni della manutenzione, dello smantellamento delle strutture di sede, del peggioramento della qualità del servizio e della sicurezza con la riduzione degli addetti alla viabilità, dell’abbandono del presidio alle stazioni che senza la presenza degli addetti ai caselli vedrebbero venire meno l’assistenza all’utenza, il controllo degli accessi e la salvaguardia del patrimonio aziendale”.
Venerdì 13 maggio lo sciopero interesserà per l’intera prestazione il personale dipendente della Direzione Generale, gli addetti manutenzione e gli impiegati mentre nella giornata di domenica 15 maggio, sempre per l’intera giornata, il personale addetto ai caselli. Nel corso degli scioperi verranno garantiti i servizi minimi stabiliti dalla legge e dalle deliberazioni della Commissione di Garanzia. Sempre venerdì 13 si terrà un presidio dei lavoratori a Roma davanti alla sede del Ministero dei Trasporti.

AUTOSTRADE: Sindacati, 6 e 8/5 sciopero addetti A24 a A25
Roma 4 maggio – Sciopero di 4 ore del personale delle autostrade A24 (Roma – L’Aquila – Teramo) e A25 (Torano – Pescara), Strada dei Parchi, venerdì 6 maggio e domenica 8. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl AT e Sla Cisal, a seguito “delle esternalizzazioni della manutenzione, dello smantellamento delle strutture di sede, del peggioramento della qualità del servizio e della sicurezza con la riduzione degli addetti alla viabilità, dell’abbandono del presidio alle stazioni che senza la presenza degli addetti ai caselli vedrebbero venire meno l’assistenza all’utenza, il controllo degli accessi e la salvaguardia del patrimonio aziendale”. Secondo le organizzazioni sindacali di categoria “meno sicurezza, meno servizio e qualità, meno occupazione, dopo gli aumenti stratosferici dei pedaggi di inizio anno”.
Venerdì 6 maggio lo sciopero interesserà il personale dipendente della Direzione Generale, gli addetti manutenzione e impiegati mentre nella giornata del 8 maggio il personale addetto ai caselli.