Attività internazionale

ORGANISMI SINDACALI EUROPEI
CES – Scheda informativa
ETF – Scheda informativa
ETF – Struttura
ORGANISMI SINDACALI INTERNAZIONALI
ITUC – Scheda informativa
ITF – Scheda informativa
ITF – Struttura
Congresso ETF 29 – 31 maggio 2013
Congresso ETF 2013 – Berlino, 29 – 31 maggio
Scheda informativa
Programma politico 2013-2017
Articolo Eduardo Chagas pubblicato su “Il lavoro nei Trasporti” n. 4, Giugno 2013

“FAIR TRANSPORT EUROPE”
L’ETF ha deciso di sponsorizzare l’iniziativa dei Cittadini Europei (ECI) “Fair Transport Europe”, il cui obiettivo è quello di porre fine a pratiche commerciali inaccettabili che si traducono in dumping sociale e salariale. Attraverso l’iniziativa dei Cittadini Europei, s’invita la Commissione Europea a vigilare affinché vi sia una concorrenza leale nel settore dei trasporti e venga garantita la parità di trattamento dei lavoratori, indipendentemente dal paese di origine (nel rispetto del principio della parità di retribuzione e delle condizioni di lavoro). Le Segreterie Nazionali hanno prodotto un documento che illustra le modalità organizzative e un primo volantino da utilizzare per la diffusione dell’iniziativa. (dicembre 2015)

TRASPORTO FERROVIARIO
14 giugno 2016.
Per riassumere lo stato di avanzamento del riordino della normativa europea in materia di trasporto ferroviario (recast -quarto pacchetto ferroviario), la
Filt-Cgil ha elaborato un
volantino riassuntivo che fa il punto della situazione chiarendo alcuni dei temi fondamentali contenuti nel pilastro politico (direttiva sulla governance,
regolamento OSP sui servizi pubblici) e nel pilastro tecnico (direttiva sulla sicurezza,
regolamento ERA e
direttiva sull’interoperabilità).

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
14 marzo 2016. La Federazione Europea dei Lavoratori dei Trasporti (ETF) e l’Associazione Internazionale del Trasporto Pubblico (UITP) hanno firmato una dichiarazione congiunta per promuovere la mobilità urbana sostenibile in Europa e condizioni di lavoro di qualità nel settore del trasporto pubblico urbano. Le parti sociali ETF e UITP hanno concordato sui seguenti punti: lo sviluppo del trasporto pubblico urbano è essenziale per far fronte alle diverse sfide per l’espansione delle aree urbane; il settore dei trasporti pubblici contribuisce alla bellezza della città attirando talenti (le aziende considerano la qualità dei collegamenti di trasporto come uno dei fattori più importanti per le loro sedi di attività commerciali in Europa); la qualità del servizio di trasporto pubblico è un aspetto cruciale per attrarre e mantenere gli utenti. A questo proposito, i dipendenti sono un fattore importante che contribuisce al successo delle operazioni di trasporto pubblico. La qualità dell’ambiente di lavoro rappresenta elementi essenziali per fornire servizi di qualità agli utenti, che sono al centro del processo. I ritmi del lavoro, la congestione da traffico, la sicurezza (incidenti) e (aggressività sui mezzi pubblici) sono elementi che mettono a repentaglio l’ambiente di lavoro e quindi l’attrattiva del settore anche per i giovani lavoratori o le donne. L’ETF e UITP chiamano le istituzioni europee a prendere come priorità lo sviluppo di una mobilità urbana sostenibile verso modalità di trasporto, meno inquinanti, più efficienti e più sicuri. Il trasporto pubblico dovrebbe essere parte integrante di qualsiasi programma di sviluppo. In questo contesto, UITP ed ETF sottolineano con forza la responsabilità di tutti i livelli di governo, compreso il livello europeo, per garantire la qualità nel trasporto pubblico e, quindi, le condizioni di lavoro di qualità, la fornitura di finanziamenti adeguati, nonché una stretta collaborazione tra i datori di lavoro, lavoratori e sindacati di perseguire e raggiungere obiettivi comuni.

 AUTOTRASPORTO 
13 novembre 2014. Lettera della Filt-Cgil inviata ai Parlamentari europei della Commissione Trasporti, sulle posizioni assunte come ETF in merito alla lista di infrazioni che possono portare alla perdita dell’Onorabilità e di conseguenza alla ritiro/sospensione della licenza di esercizio dell’attività di Autotrasporto in Europa, ai sensi del Regolamento Eu 1071/2009.

Guida di rappresentanza giuridica transnazionale dei conducenti non residenti

La Filt Cgil ha aderito alla Settimana d’azione ETF per l’applicazione della legislazione UE sull’autotrasporto inviando una lettera aperta ai Ministeri italiani.

 TRASPORTO FERROVIARIO 

31 agosto 2015. I partner sociali europei hanno avviato un progetto per individuare strategie di gestione delle risorse umane che nel lungo periodo possano rendere maggiormente appetibile per i giovani, per le donne e per i lavoratori più anziani o meno qualificati il lavoro nel settore ferroviario. Allo scopo sono stati elaborati questionari uno destinato agli apprendisti, uno destinato ai dipendenti dei quali le strutture territoriali della Filt cureranno la diffusione. A cura di ETF è stata inoltre diffusa la bozza di report della riunione del Gruppo Consultivo dei Macchinisti.Tra i temi affrontati: la Revisione della Direttiva Macchinisti, la Cooperazione transfrontaliera tra sindacati, l’Applicazione dell’accordo CER/ETF sulle condizioni di lavoro del personale mobile in servizio transfrontaliero, l’ergonomicità delle cabine di guida. I contenuti sono riassunti nella nota.

17 ottobre 2014. Report a cura della Filt-Cgil su Dialogo Sociale nel Settore Ferroviario e DG Trasporti.

IV Pacchetto Ferroviario
8 ottobre 2014  Comunicato stampa  dell’ETF (Federazione Europea Lavoratori dei Trasporti, alla quale aderiscono le italiane Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti) in occasione dell’odierna riunione del Consiglio dei Ministri dei Trasporti che discute, per la prima volta dopo le recenti elezioni europee, il “pilastro politico” del 4° Pacchetto Ferroviario.
L’ETF sarà a Lussemburgo, dove i Ministri dei Trasporti dell’UE si incontrano, con un presidio di 70-80 attivisti ferrovieri provenienti da Lussemburgo, Francia, Belgio e Germania. La Presidenza italiana non ha risposto alla richiesta ETF di ricevere una delegazione per consegnare la petizione che spiega la posizione delle organizzazioni sindacali europee dei ferrovieri. C’è invece la conferma che il vice ministro lussemburghese dei trasporti sarà presente al presidio e si è impegnato a distribuire la petizione ai partecipanti alla riunione del Consiglio.
Luglio 2014. Newsletter ETF del mese di luglio che fornisce un quadro riepilogativo.
1 luglio 2014. Nota di riepilogo sullo stato della discussione.
27 febbraio 2014. Comunicato stampa (inglese e italiano) della Federazione Europea dei Lavoratori dei Trasporti ETF sulla votazione del Parlamento Europeo riunitosi in sessione plenaria dal 24 al 27 febbraio.

L’occupazione femminile nel settore ferroviario. L’ETF insieme alla CER, l’Associazione delle imprese ferroviarie e delle società di infrastruttura europee, e all’EIM, che rappresenta i gestori dell’infrastruttura ferroviaria europea, da diversi anni si occupa di analizzare la presenza, il ruolo e le condizioni di lavoro delle donne nel settore ferroviario. A partire dal 2003 sono stati organizzati seminari, momenti di analisi e di confronto. I diversi studi hanno portato, nel 2007, alla stesura delle raccomandazioni comuni che contengono un insieme di azioni finalizzate all’incremento della presenza femminile nel settore ferroviario e alla promozione della cultura della parità di genere. Tra il 2011 ed il 2012 è stato realizzato il progetto “WIR”, Women In Rail, nell’ambito del quale l’analisi è stata ampliata; sono stati redatti in seguito una guida di buone pratiche e loro implementazione, uno studio comparativo e una relazione di sintesi di tre seminari tematici.
A partire dall’anno 2013 viene pubblicato un report annuale che ha l’obiettivo di monitorare i dati relativi all’occupazione femminile nel settore ferroviario in Europa, mantenendo costante l’attenzione sulla tematica della parità di genere. E’ stato predisposto un questionarioche ha l’obiettivo di verificare l’impatto delle raccomandazioni comuni sulla partecipazione e l’integrazione delle donne nel settore e sulla motivazione delle imprese ad intraprendere azioni positive per riequilibrare le eventuali disparità. Il questionario contiene informazioni su: dati quantitativi, suddivisi per genere, sulle posizioni di responsabilità e sulle professionalità tecniche (condotta, controllo della circolazione), formazione, utilizzo del part-time, conciliazione vita familiare-lavoro (flessibilità orarie, telelavoro, facilitazioni aziendali di supporto ai dipendenti per la cura dei familiari), misure per promuovere l’occupazione e la carriera (procedure per l’assunzione, formazione dei responsabili del personale, iniziative per ridurre il differenziale salariale).
L’ETF e la CER hanno emesso un comunicato italiano e inglese in relazione ai dati raccolti sull’occupazione femminile nel settore ferroviario e pubblicato i risultati del questionario del 2013 in italiano e inglese .

Le Segreterie Nazionali aderiscono alla giornata di mobilitazione europea di tutto il settore ferroviario contro il “4° pacchetto”, promossa dall’ETF per il 9 ottobre 2013.
Nell’ambito delle iniziative previste è stato predisposto anche il materiale da distribuire e diffondere negli impianti e nelle stazioni.

  • Il 17 dicembre 2013 la Commissione dei Trasporti e del Turismo (TRAN) ha approvato il cosiddetto “IV Pacchetto Ferroviario”.
    Le proposte di modifica/abrogazione delle Direttive e dei Regolamenti ivi contenute saranno sottoposte alla valutazione e alla votazione del Parlamento Europeo, che si riunirà in sede plenaria tra il 24 ed il 27 febbraio.
    L’ETF, in previsione di tale discussione ed al fine di sensibilizzare i componenti del Parlamento sulle tematiche che sono sintetizzate nel volantino (disponibile in italiano, inglese e francese) organizza una manifestazione, che si terrà a Strasburgo il giorno 25 febbraio 2014, invitando tutti alla massima partecipazione.

Rapporto Finale del PROGETTO AIMESC (Anticipare l’impatto della tecnologia ERTMS su occupazione e condizioni sociali), conclusosi nel 2011 e gestito dalla Filt per conto dell’ETF.

MARE

 PORTI 
Contributo della Filt Nazionale, presso il Parlamento Europeo, all’iniziativa del gruppo parlamentare GUE/NGL (Gruppo della Sinistra Europea) lo scorso 29 gennaio.
Rapporto Conferenza FPC Chicago (7-12 luglio 2013)

ARIA

 TRASPORTO AEREO 
ETF – Questionario evoluzione mercato del lavoro nel trasporto aereo
FTL – Regolamento 83/2014 della Commissione Europea (29 gennaio 2014)
FTL – Comunicato esito voto sessione plenaria Parlamento UE (11 ottobre 2013)
FTL – Comunicato Parlamento UE (30 settembre 2013)
FTL – Esito voto Parlamento UE (30 settembre 2013)
FTL – Lettera ai parlamentari UE (12 settembre 2013)
FTL – Relazione Audizione Parlamento UE (18 giugno 2013)
FTL – Rapporto attività gruppo di lavoro 2009-2013