news

Aspi: sbagliato negare linee di credito. Governo sciolga nodo concessione. Non si può rimanere nel limbo

Settimelli su autostrade

Roma 23 maggio – “È sbagliato negare linee di credito, utili ad avere la liquidità”. Lo afferma la segretaria nazionale della Filt Cgil Cristina Settimelli, in merito alla vicenda Aspi, aggiungendo “in particolare è sbagliato verso un’azienda che è pronta a far ripartire i cantieri per opere infrastrutturali utili al paese, anche con ingenti investimenti ed è ancor più sbagliato farlo in una fase pesante dell’economia, causata dall’emergenza sanitaria”.
“Non cambia se a non permettere l’erogazione del credito siano banche o Cassa e depositi e prestiti. Capiamo che questo atteggiamento – prosegue la segretaria nazionale della Filt Cgil – è derivato dalla tragedia del ponte Morandi ma vorremmo ricordare che la magistratura non ha messo fine a tale vicenda e non ci risulta usuale un atteggiamento di condanna senza che la giustizia abbia fatto il suo corso”.
“In ogni caso – conclude Settimelli – sarebbe utile che il Governo sciogliesse il nodo delle concessioni. Non si può restare in questo limbo anche perché Aspi in questo momento è in difficoltà e ci lavorano moltissime persone”.