news

APPALTI: Filt Cgil, condanna atti di intimidazione contro lavoratori Tnt a Modena

bandiera-filt

Roma 22 maggio – “Piena solidarietà ai lavoratori Tnt di Modena oggetto di un grave atto di intimidazione da parte di ignoti”. E’ quanto esprime la Filt Cgil nazionale, riferendo che “due iscritti alla Filt hanno trovato le gomme delle auto tagliate, uscendo dall’assemblea che aveva deliberato di non condividere lo sciopero proclamato da un sindacato autonomo per il mancato pagamento dei salari di aprile da parte dell’azienda appaltatrice, in quanto era stato raggiunto un accordo per il cambio di appalto ed il subentro di Tnt, sulla base della norma della responsabilità solidale, nel pagamento dei salari”.
“Ancora una volta – denuncia la Filt Cgil nazionale – il clima di violenza nel settore degli appalti ha raggiunto livelli allarmanti ed assolutamente non accettabili per tutti i lavoratori della logistica e della distribuzione delle merci. Facciamo appello a tutte le istituzioni preposte ad intervenire per ripristinare la convivenza civile e la normale dialettica sociale e democratica”.
“Il gruppo Tnt – chiede la Filt – deve assumere tutte le iniziative del caso per far cessare atti di violenza ed intimidazione negli impianti, dove le attività esternalizzate in appalto hanno significato molto spesso e purtroppo una condizione di sfruttamento dei lavoratori ed hanno alimentato l’illegalità. E’ necessario invece – sostiene infine la Filt Cgil – anche per mettere fine a questi fenomeni, portare all’interno dell’azienda queste attività che sono centrali per lo sviluppo e la crescita aziendale e sicuramente di maggiore garanzia e tutela della sicurezza e dei diritti dei lavoratori”.