news

Alitalia: Cuscito (Filt Cgil), fermamente contrari a qualsiasi ipotesi ridimensionamento

Ricordi di Neonato Post di Facebook(2)

Roma 21 luglio – “Se le indiscrezioni stampa fossero confermate saremmo fermamente contrari”. Così il segretario nazionale della Filt Cgil Fabrizio Cuscito sulle anticipazioni stampa sul piano presentato all’Antritrust europeo per Alitalia che vedrebbe una compagnia con 70 aerei e 4 mila esuberi, spiegando che “sarebbe un piano di ridimensionamento e non di sviluppo come invece giustamente annunciato da tutti i Ministeri competenti negli ultimi mesi”.
“Sembrerebbe – prosegue il dirigente nazionale della Filt Cgil – la riproposizione di vecchie ricette sempre fallite, dai capitani coraggiosi agli emiratini di Etihad, che puntano sul ridimensionamento del perimetro aziendale e della flotta e che fanno pagare ai lavoratori tutto il costo della crisi. In Alitalia il costo del lavoro è fra i più bassi di Europa”.
“Per noi discontinuità – afferma Cuscito – non vuol dire esuberi di personale, ma sviluppo della flotta, aeromobili nuovi, nuovo modello di business, investimenti su nuove tecnologie, manutenzioni, handling e cargo, insomma tutto quello che sembra non esserci in questo ipotetico piano disegnato dagli advisor che, se fosse confermato, non potremmo condividere.
“Per ricostruire il trasporto aereo italiano ed in generale tessuto industriale del Paese – sostiene infine il segretario nazionale della Filt Cgil – ci vuole più coraggio di quello dimostrato nell’ipotetico piccolo piano che sarebbe stato presentato dagli advisor per Alitalia”.