news

AEROPORTI: Sindacati, alta partecipazione sciopero handling. Riaprire confronto

bagagli

Roma 19 gennaio – “Dagli aeroporti del Nord fino a quelli del Sud è ampia la partecipazione dei lavoratori”. E’ quanto riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo sullo sciopero di 24 ore di tutti gli addetti delle aziende di handling del trasporto aereo, chiedendo che “adesso si riapra il confronto sulla mancata applicazione, al 1 luglio 2017, del contratto nazionale relativo all’adeguamento della paga oraria”. “Il trasporto aereo – sottolineano infine le organizzazioni sindacali di categoria – ha bisogno di stabilità e di dare certezze alle regole ed ai patti che vengono sottoscritti”.

AEROPORTI: Sindacati, venerdì 19-01 sciopero 24 ore addetti handling per contratto
Roma 17 gennaio – “Venerdì 19 gennaio sciopero nazionale di 24 ore in tutti gli aeroporti di tutti gli addetti delle aziende di handling (servizi di carico e scarico bagagli, trasporto passeggeri, check-in)”. A proclamare la protesta unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo per “la mancata applicazione del contratto nazionale del settore Trasporto Aereo nella sezione handling”.
“Nonostante il 21 novembre scorso – spiegano unitariamente le quattro organizzazioni sindacali di categoria – sia stata effettuata con la massima adesione una prima azione di sciopero di 4 ore, Assohandlers e le imprese associate continuano a non dare applicazione alle intese sottoscritte con il rinnovo del contratto a dicembre 2015, che prevedevano dal 1 luglio 2017 il ricalcolo della paga oraria, comprensiva di tutti gli aumenti contrattuali sui minimi tabellari nel calcolo delle voci variabili ed incentivanti come lo straordinario, il lavoro notturno e festivo. Serve provvedere – chiedono Filt, Fit, Uiltrasporti e Ugl TA – al corretto pagamento delle maggiorazioni e alla corretta retribuzione, rispettando quanto sottoscritto e quando dovuto. Inoltre siamo preoccupati – spiegano infine le organizzazioni sindacali – in merito alla nuova regolamentazione Enac sull’organizzazione dell’handling negli aeroporti, che potrebbe essere emanata a giorni e rispetto alla quale ci attendiamo dalle istituzioni coinvolte un segnale chiaro a difesa delle esigenze del lavoro”.

AEROPORTI: Sindacati, ampia partecipazione sciopero handling. Riaprire confronto
Roma 21 novembre – “Da Torino a Bologna, da Roma a Catania è stata ampia la partecipazione dei lavoratori”. E’ quanto riferisce la Filt Cgil sullo sciopero di tutti gli addetti delle aziende di handling del trasporto aereo, chiedendo che “adesso si riapra il confronto sulla mancata applicazione, al 1 luglio 2017, del contratto nazionale relativo all’adeguamento della paga oraria”.
“Il trasporto aereo – sottolinea la Federazione dei Trasporti della Cgil – ha bisogno di stabilità e di dare certezze alle regole ed ai patti che vengono sottoscritti. In assenza di risposte – afferma infine la Filt – il conflitto non potrà che proseguire”.

AEROPORTI: Sindacati, 21-11 sciopero 4 ore addetti handling per rispetto contratto
Roma 17 novembre – “Martedì 21 sciopero nazionale di 4 ore, dalle 13 alle 17, di tutti gli addetti delle aziende di handling (servizi di carico e scarico bagagli, trasporto passeggeri, check-in) in tutti gli aeroporti italiani”. A proclamare la protesta unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo per “la mancata applicazione del contratto nazionale del settore Trasporto Aereo nella sezione handling”.
“Con lo sciopero – spiega il segretario nazionale della Filt Cgil Nino Cortorillo – protestiamo contro la decisone di Assohandlers e delle imprese associate di non aver dato applicazione alle intese sottoscritte con il rinnovo del contratto a dicembre 2015 che prevedevano dal 1 luglio 2017 il ricalcolo della paga oraria, comprensiva di tutti gli aumenti contrattuali sui minimi tabellari nel calcolo delle voci variabili ed incentivanti come lo straordinario, il lavoro notturno e festivo”.
“Chiediamo – spiega infine Cortorillo – provvedere al corretto pagamento delle maggiorazioni, rispettando quanto sottoscritto e quando dovuto”.